Pagine

mercoledì 17 ottobre 2018

Somnium di Feliscia Silva e Gloria Credali







  
Oggi ragazze la nostra piccola famiglia si allarga di una nuova componente Marzia C  e ci parla di Somnium  di Feliscia Silva e Gloria Credali edito da Youcanprint, pubblicato il 09 Giugno del 2018. Alla fine della recensione abbiamo una sorpresa per voi, spero che vi piaccia.

           





Titolo: Somnium 

Autrici: Feliscia Silva e Gloria Credali 
Casa Editrice: Youcanprint
Data D'Uscita: 09 Giugno 2018
Genere: Fantasy

TRAMA
Quando Doli è fuggita dal proprio passato per rifugiarsi in una nuova vita, non avrebbe mai immaginato di restare intrappolata in una routine che rispecchia tutto ciò dal quale era scappata. Dex, un misterioso sconosciuto dai tratti che ricordano quelli di una volpe, stravolge però la sua esistenza rivelandole che la Terra Umana e tutti i suoi abitanti sono in pericolo. Doli è un Blazon e deve seguirlo su Somnium, una dimensione in cui uomini prescelti e Incarnati vivono in armonia con il mondo naturale. Doli non vuole credere alle sue parole, ma una notte qualcosa in lei si trasforma. Comprende che non può fuggire dal proprio destino, una minaccia è in agguato: la Fazione, un gruppo di Blazon che ha tradito Somnium, vuole imporre il proprio controllo sulla Terra Umana. Doli dovrà prendere una decisione che le cambierà per sempre la vita: combattere o tornare alla sicurezza dell’esistenza che si era creata? 


Un fantasy molto bello, scritto benissimo. 
Inizialmente non ero sicura che mi potesse piacere, invece più sono andata avanti e più la storia di Doli mi ha appassionata tantissimo. 
Un libro con tanti colpi di scena ed una protagonista con tanti dubbi, che alla fine la portano dove doveva essere e soprattutto ad accettarsi. 
Davvero complimenti alle autrici. 
Spero in un seguito.

                                                           Marzia C.




Ed ora, se siete ancora con noi, abbiamo una sorpresa per i nostri lettori. Le autrici Feliscia Silva e Gloria Credali hanno risposto ad alcune domande di Marzia C.


1) A cosa vi siete ispirate per scrivere questa storia?
Con Somnium volevamo raccontare una storia che mettesse in luce un popolo molto spesso stereotipato e mal rappresentato dai media. L'idea ha preso forma quindi attraverso Doli, una protagonista di origine Nativa Americana, che scopre di essere un Blazon, una creatura per metà umana e per metà animale.
Entrambe amiamo molto il genere fantasy e la natura, pertanto è stato quasi normale combinare questi elementi inserendo la nostra protagonista in un contesto ambientale completamente naturale.
Il resto poi ha preso forma in modo molto spontaneo, quasi come se i personaggi e Somnium stessa fossero davvero reali. 

2) Il personaggio è sempre alla ricerca di una sua identità, come la definireste?
Doli è forse l'unico personaggio ispirato a qualcuno di esistente, ovvero a noi stesse. 
Oggi come non mai è sempre più difficile affermare la propria identità. I media e la società ci impongono dei modelli da seguire ed è facile sentirsi persi, sentire di non appartenere davvero a ciò che ci circonda.
Crediamo (e speriamo) che molti lettori potranno identificarsi in Doli, così come abbiamo fatto noi.
Nonostante veniamo da un background culturale molto differente da quello di Doli, spesso ci siamo sentite come lei. Perse. Sole. Abbandonate.
Da sempre Doli ha dovuto affrontare le discriminazioni verso il suo popolo e alla fine si è lasciata influenzare dalla società, finendo per rinnegare le proprie origini. L'unica scelta che le è sembrata plausibile in quel momento è stata quella di fuggire, cancellare il proprio passato e la propria famiglia dalla sua vita. E al tempo stesso fuggire da una realtà che le ricordava ogni giorno chi era e da dove veniva, una realtà che non le avrebbe mai dato la possibilità di essere chi aspirava.
E, se su Somnium inizia a desiderare di aprire il proprio cuore, sarà il suo ritorno a casa ad essere davvero determinante per la sua trasformazione.

3) Nel vostro romanzo si percepisce l'amore smisurato fra la persona e l'animale "incarnato" che li rappresenta, come descrivereste questo rapporto?
Possiamo definire l'Incarnato come la forma tangibile dell'animo di un Blazon. Quasi come un distaccamento della propria anima che prende la forma di un animale. 
Non è infatti un caso che alla morte di un Blazon anche l'Incarnato scompaia con esso.
L'Incarnato si mostra al proprio Blazon in un momento preciso e non è neppure detto che ciò accada nell'arco di vita di un Blazon.
[SPOILER ALERT] Prendiamo la nostra protagonista: Doli incontra il proprio Incarnato nell'istante in cui il passato che si è lasciata alle spalle entra in collisione con la nuova realtà che si è creata sulla Terra Umana. Tutto il dolore, per la perdita del padre e per aver lasciato la propria famiglia, emerge, facendo scoppiare la bolla nella quale si è rifugiata.
Il Thunderbird percepisce il suo stato d'animo e si palesa a lei. Ciò non accade in un momento qualsiasi, ma quando lei ne ha più bisogno.

4) Doli man mano acquista sicurezza, a chi deve il suo cambiamento tra il padre, Dex e il Saggio?
Credo che sia merito di tutti e al tempo stesso di nessuno. Ogni evento accaduto o personaggio incontrato nel corso del primo volume l'ha portata a fare i conti con se stessa e con il passato che credeva di essersi lasciata alle spalle. La risposta a questa domanda si allaccia inevitabilmente al secondo quesito, ma possiamo dire che la sicurezza che acquisisce va di pari passo con la ricerca d'identità del personaggio.

5) Come definite il rapporto tra Doli e Dex?
Feli:
Leggendo il libro si può notare che il rapporto tra i due personaggi principali non viene mai definito, resta in sospeso. Questa è stata una scelta voluta perché, al punto della storia in cui ci troviamo ora, neppure loro sarebbero in grado di definirlo. Doli e Dex sanno di avere un legame forte e dei punti in comune, ma non hanno il tempo di esplorarlo davvero.
Come già accennato, Doli si trova in un momento della sua vita di forte cambiamento. La sicurezza che si era creata sulla Terra Umana è stata completamente stravolta con la scoperta di essere un Blazon.
Dex al tempo stesso è troppo investito nel ruolo di Blazon per abbandonarsi a un legame con un'altra persona. Sa che da lui e dal resto dei Blazon dipende il futuro della Terra Umana e non vuole concedersi debolezze. Ma è pur sempre umano e non mancano momenti in cui la sua sicurezza vacilla e viene mostrata la sua vulnerabilità.


6) Ci sarà un seguito del romanzo con Dex come saggio, visto come si è conclusa la battaglia contro la fazione?
Assolutamente sì! Somnium è solo il primo capitolo di una trilogia. Non possiamo ancora svelare nulla ma stiamo lavorando al seguito. Possiamo dire però di aver mostrato soltanto la superficie del mondo che abbiamo creato, così come i personaggi, che verranno senz'altro approfonditi nei prossimi capitoli. Il finale ha lasciato molti interrogativi, nonché l'introduzione di nuovi personaggi che avranno un ruolo importante nel secondo volume. Se volete restare aggiornati sull'uscita del secondo libro continuate a seguirci anche sui social, dove pubblichiamo sempre notizie e curiosità! (https://www.facebook.com/somniumbook/

Nessun commento:

Posta un commento